Home | Credits
Canzoni

PADRE NOSTRO CHE SEI DAPPERTUTTO
Malgoni-A.Testa 1976

Era il 1976. Al 18° Zecchino d'oro i bambini, rivolgendosi a Dio, che sapevano essere dappertutto, si preoccupavano del petrolio nel mare e di chissà cosa potesse esserci nell'olio...che il loro pane quotidiano qualche volta avesse un sapore strano...che però molta gente non avesse neppure quel pane, anzi, avesse niente...che le autostrade ci portassero lontano mentre nessuno conosceva il proprio vicino...che tutti parlassero di pace in terra mentre in qualche posto c'era sempre una guerra...e gli chiedevano un mondo più bello con più amore nel cuore e nel cervello...dove i soldi fossero meno importanti dei pensieri e dei sentimenti...che per lasciar loro studiar la lezione non li lasciasse indurre in televisione...che li tenesse lontani da ogni bugia...e anche dallo smog...e così sia. Da allora ad oggi non è cambiato niente. Forse perchè invece che chiederle a Dio, con una canzone...certe cose bisognerebbe chiederle agli uomini...con l'esempio.