Home | Credits
Canzoni

UN UOMO TRA LA FOLLA
Tony Renis-Mogol-A.Testa (1972)

Nel 1972 la nascita di questa canzone mi è stata utilissima per diventare anche autore televisivo. Lo so che sembra strano. Ma lo è. Avevo avuto diversi buoni e fortunati successi nel campo della canzone e così mi è capitato di essere invitato in qualità di ospite “esperto” ad una simpatica trasmissione di RaiUno. Si trattava di ………………..(non mi ricordo esattamente il titolo ma so che conteneva le parole “pop”, “rock” e “folk”), condotta dal giovane Fuscagni con la mia cara amica Vanna Brosio. All’inizio del mio intervento, io dissi che mi faceva ridere essere considerato un “esperto”, dal momento che io le canzoni le scrivevo perché mi divertivo e non perché ne conoscessi la tecnica di fabbricazione. Aggiunsi che l’unica cosa su cui potevo dissertare era l’eventuale risposta alla domanda “Come mai capita di leggere diversi nomi come autori di un testo? Come si fa? Si scrive una parola per uno?” Ecco, io la risposta ce l’avevo ed era più o meno la seguente: “Per esempio, diciamo che io vado con l’amico musicista Tony Renis a casa di Mogol. Mogol e io ascoltiamo una nuova musica creata da Tony. Ognuno di noi due butta lì qualche idea non convincente; a turno. Andiamo avanti per un po’ e sembra che la canzone cominci a marciare… però no… allora si ricomincia da capo… e – intanto - viene un certo languorino. Piantiamo lì il lavoro e Mogol va in cucina a prendere qualcosa da mangiare; sta via una decina di minuti e torna con tre panini al salame e il testo bellissimo della canzone. Io cambio una riga, cioè scrivo la frase “nel giro di un minuto”… e firmo anch’io”.
Questa spiegazione – per la sua sincerità – è piaciuta tanto a Giovanni Salvi, responsabile organizzativo e creativo dei Varietà della RAI, che mi ha “preso in simpatia” e mi ha offerto l’opportunità di diventare autore televisivo; anche in quel campo sono stato fortunato.
Perché l’ho raccontata qui questa storia? Semplice! Perché la canzone in questione è appunto “Un uomo tra la folla”; ed ecco risolto il mistero di più nomi insieme. Se ci si mette insieme a lavorare, non importa chi fa di più e chi fa di meno: si firma tutti insieme, come a scuola, nelle ricerche di gruppo. E tutti insieme si prende 8… o 4! Nel caso particolare abbiamo preso 8… perché la canzone l’ha incisa il grande Placido Domingo sull’arrangiamento del grande Ennio Morricone con la costante presenza in sala del grande Tony Renis.